Minacce, sparizioni forzate e violenze: giro di vite in Iraq su attivisti e giornalisti

Sono passati più di due mesi da quando piazza Tahrir a Bagdad è diventata il simbolo della rivolta dei giovani iracheni contro il governo. La repressione del governo non si placa ma neanche le proteste. Le piazze restano piene giorno e notte
Source: News

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *