Arte Sartoriale: vestire su misura e vivere all’italiana

Una tre giorni di iniziative culturali ed enogastronomiche presso E. Marinella, a Napoli, dedicata all’artigianalità e al vivere italiano.

La maison E. Marinella ha dedicato tre giorni alla sartorialità italiana, declinata secondo alcune sfaccettature della moda, del gusto e dello svago, il tutto “su misura”. È questo il format di Arte Sartoriale che, giunto alla seconda edizione, si è svolto nel salone degli affreschi del famoso cravattificio partenopeo, sulla Riviera di Chiaia, dal 5 al 7 dicembre 2019.

L’evento ha sviluppato un’esperienza di co-branding con importanti aziende e case editrici, ogni anno diverse, ma tutte eccellenze italiane, con iniziative culturali ed enogastronomiche. Ospiti e clienti hanno potuto farsi confezionare un guardaroba su misura, dai vestiti e cappotti dello stilista di fama mondiale Domenico Vacca, alle cravatte cucite da mani esperte con gli esclusivi tessuti di E. Marinella, attraverso i racconti di Manifattura Chiaravalle che produce tabacchi da oltre due secoli, ora impegnata in un progetto più ampio che spazia dalla riqualificazione urbana alla produzione di gustosi cioccolatini. La location ha ospitato anche un Temporary Barber Shop Proraso, una barberia allestita in chiave vintage da Proraso e gestita dalla Barberia I Lanzetti di Napoli.

Alfredo de Giglio (direttore di Stilemaschile) e Alex  Pietrogiacomi (giornalista e curatore editoriale) hanno presentato “Dandy, Snob e Gentiluomini. Viaggio letterario tra le figure dell’eleganza maschile”, partendo da tre libri: “Il Dandy” (Massimiliano Mocchia di Coggiola, Alcatraz editore), “Elogio dello Snobismo” (Marcel Boulenger,  Odoya editore) “L’Eleganza” (Alfredo de Giglio, Alcatraz editore). Alessandro Iovino (direttore di Real Inside Magazine) e Gennaro Demetrio Paipais (coordinatore della Commissione Internazionalizzazione del made in Italy e contrasto alla contraffazione dell’Ordine degli Avvocati di Napoli), hanno presentato i temi della conferenza “Internazionalizzazione del Made in Italy e contrasto alla contraffazione. Primo focus  con Eccellenze Napoletane”, che si è svolta lunedì 9 dicembre, presso la Sala Treccani di Napoli.

Vivere italiano significa anche dare il giusto spazio all’enogastronomia e, per questo, le giornate sono state scandite da una degustazione di vini Feudi di San Gregorio, che ha preparato una speciale confezione che abbina un Irpinia Aglianico Igt ed una cravatta di E. Marinella di seta blu, che nasconde cornetti portafortuna. I cocktail dedicati alle quattro generazioni E. Marinella sono invece una creazione di Epomeo Bar and More (dal 1970 ad Ischia Porto), partner di molti eventi sull’isola verde, tra i quali il  Festival del Cinema: quello dedicato al fondatore Eugenio, a suo figlio Luigi, a Maurizio, che oggi guida l’azienda, per finire con Alessandro, l’ultimo della generazione. Tutti cocktail squisiti; provare per credere! (dal 1970 ad Ischia Porto) collabora con importanti realtà aziendali ed è partner di molti eventi sull’isola di Ischia, tra i quali il  Festival del Cinema. Non poteva mancare uno dei prodotti gastronomici napoletani più “sartoriali”, la pizza, di Gino Sorbillo, ma anche finger food preparato dagli Istituti Alberghieri del Gruppo Iervolino.

Il 6 dicembre Alessandro Marinella, esponente della quarta generazione della maison, ha ricevuto un premio da Francesco Iovino, Vicesindaco della Città Metropolitana di Napoli, per l’impegno e la determinazione profusi nell’impresa operante nell’area metropolitana di Napoli. Il brand, che significa “Made in Italy”, ma per molti “Made in Naples”, realizza i suoi prodotti a Napoli e non vende online ma bisogna andare in una delle sue boutique a Napoli, Milano, Roma e Tokyo o nei flagship store sparsi in giro per il mondo.

Domenico Vacca è uno stilista pugliese, nato in una famiglia di sarti e creatori di moda. È fondatore e  direttore creativo della casa di moda Domenico Vacca con sede a New York. Le sue collezioni  sartoriali, per uomo e donna, sono create a Napoli e nel resto d’Italia. È considerato lo stilista delle celebrità, in quanto  ha vestito tanti attori di Hollywood sui red carpet dei Golden Globes e degli Oscar (tra i quali Daniel  Day Lewis, Forest Whitaker, Mickey Rourke, Alan Arkin, Seth Rogan, Steve Carell, Jeremy Piven, Ellen  Degeneris) e nei film e serie televisive di grande successo, di cui ha realizzato i guardaroba degli attori  protagonisti (tra i quali Denzel Washington, Al Pacino, Dustin Hoffman, Matthew McConoughey, Glenn Close, Jodie  Foster, Marisa Tomei). Domenico Vacca veste anche famiglie reali e capi di stato e la moglie del Presidente degli Stati Uniti, Ivana Trump.

La Manifattura Chiaravalle si occupa della lavorazione del Tabacco fin dal 1759, conservando i valori che da sempre la contraddistinguono e che hanno reso grande il Made in Italy nel mondo. Le sue radici sono un’eredità intoccabile ma, dopo un periodo travagliato, nel rispetto della tradizione, oggi coglie nuove opportunità per far tornare il luogo che la ospita ad essere protagonista del proprio territorio.  Contemporaneamente all’attività legata alla produzione di tabacco, la Manifattura Chiaravalle sta avviando processi di  diversificazione produttiva, progetti artistici, culturali e di riqualificazione urbana.

Proraso non ha bisogno di molte presentazioni. Il brand della famiglia Ludovico Martelli, giunta alla quarta generazione imprenditoriale, è leader in Italia nel mercato della rasatura. Pennelli e schiume da barba Proraso sono tra gli strumenti professionali irrinunciabile per i barbieri in Italia e nel mondo, ma anche presenza costante tra i prodotti indispensabili per l’uomo, classico e contemporaneo allo stesso tempo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *